Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Marcatura CE   #Materiali da costruzione  

    Può il Direttore Lavori classificare a piè d'opera travature in legno massiccio di abete (nord Italia) sprovviste di certificazione CE?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 26/01/2021

    In relazione alla questione posta, il testo delle NTC prevede ai fini certificativi tre diversi iter compresi nei punti a), b) e c) del paragrafo 11.1 (in sintesi marcatura CE attraverso norma armonizzata o ETA, o in alternativa a tali processi, una qualificazione ministeriale secondo le prescizioni dettate dal Servizio Tecnico Centrale). A tal proposito si ricorda che per quanto...

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Materiali da costruzione  

    Vorrei un chiarimento sulla qualificazione dell'Uso Fiume

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 16/01/2021

    In relazione agli assortimenti Uso Fiume (ossia elementi che per ampiezza di smusso superano 1/3 della faccia) si ricorda in via semplicistica che è possibile affidare una classe di resistenza e una conformità al prodotto secondo due iter: 1. Marcatura CE in accordo a Valutazione Tecnica Europea secondo il p.to C del par. 11.1 delle Norme Tecniche per le Costruzioni;...

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Marcatura CE  

    Quale coefficiente parziale di sicurezza dei materiali si adotta per il legno massiccio incollato?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 13/12/2020

    In relazione al coefficiente di sicurezza dedicato al legno massiccio incollato si riporta quanto indicato dalla Circolare Esplicativa al par. C. 4.4.6 "Resistenza di Progetto": *"Nella Tab. 4.4.III delle NTC sono forniti i valori del coefficiente parziale di sicurezza relativo al materiale. I valori appartenenti alla colonna A possono essere sempre adottati; i valori riportati nella colonna B possono essere...

    #Normativa   #Specie legnose   #Proprietà meccaniche   #Marcatura CE  

    Perchè il pioppo non viene utilizzato per la realizzazione di legno lamellare / x-lam?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 11/11/2020

    In senso generale e semplificando la questione, è possibile affermare che una determinata specie può essere utilizzata nella produzione di elementi in legno lamellare e CLT, qualora sia stata oggetto di un processo di selezione secondo la resistenza e che vi sia una necessaria esperienza per quanto riguarda la tenuta dell'adesivo nell'intorno del giunto a dita e sui piani di...

    #Normativa   #Specie legnose   #Proprietà meccaniche   #Marcatura CE  

    Specie tropicali e marcatura CE per uso strutturale

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 03/11/2020

    Le specie tropicali, come per le altre della fascia temperata, al fine di procedere alla relativa marcatura CE, devono essere oggetto di una caratterizzazione meccanica attraverso quanto incluso nella UNI EN 384. La stessa UNI EN 14081-1 (norma armonizzata per il legno strutturale a spigolo vivo) recita in merito all'argomento quanto segue: *"If the grade and species or species combination...

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Materiali da costruzione  

    Come procedere alla qualificazione di legno a sezione irregolare?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 03/09/2020

    In relazione alle indicazioni fornite dalle NTC in relazione all'assortimento citato in domanda, è utile innanzitutto richiamare il testo della Circolare Esplicativa del 21 Gennaio n.7 di cui il par. C11.7.2.2 "Legno massiccio a sezione irregolare": *"Per legno massiccio con sezione irregolare si intendono quei prodotti che, per geometria della sezione e/o per rastremazione del fusto, non rientrano all’interno del...

    #Proprietà meccaniche   #ETA   #Calcolo strutturale   #Materiali da costruzione  

    Come viene eseguita la verifica per rolling shear di un pannello XLAM?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 18/08/2020

    L'eurocodice attuale non prevede formule per la verifica di pannelli XLAM: è argomento su cui si sta lavorando in vista del prossimo aggiornamento. Negli ETA dei produtti XLAM si indica in genere, per la verifica per sollecitazioni fuori piano, di far riferimento all'appendice B dell'Eurocodice 5: Il modello di calcolo adottato per il materiale XLAM è quindi quello di...

    #Normativa   #Specie legnose   #Proprietà meccaniche   #Materiali da costruzione  

    E' possibile riutilizzare travi in massiccio di "recupero" per la realizzazione di una nuova copertura?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 24/06/2020

    In relazione al quesito posto si è espresso il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici con parere n. 3/2012. A tal proposito il suddetto parere individua due casistiche di riferimento riportate sinteticamente di seguito: 1- Diagnosi in situ svolta tramite indagini condotte in accordo ai principi della UNI 11119 ("Beni culturali - Manufatti lignei - Strutture portanti degli edifici - Ispezione...

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Calcolo strutturale  

    Quanto vale il fattore kcr per la verifica a taglio delle travi in legno?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 22/05/2020

    Il fattore kcr è utilizzato al fine di ridurre la larghezza delle travi in legno nel calcolo della tensione massima di taglio derivante dalla presenza di eventuali fessurazioni che possono instaurarsi anche dopo la messa in opera e indurre variazioni significative nello stato tensionale tangenziale della trave stessa. I valori di riferimento del fattore kcr in accordo alle NTC18 sono...

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Calcolo strutturale  

    Da dove deriva il fattore kcr per le verifiche a taglio di elementi in legno?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al DM 17.01.18, come il precedente DM 14.01.08, ricordano che “la massima tensione tangenziale di progetto” deve essere “valutata secondo la teoria di Jourawski”. Tuttavia, rispetto alla precedente versione della norma, si specifica che nell’effettuare questo calcolo deve essere considerata “***una larghezza di trave opportunamente ridotta per la presenza di eventuali...

40 risultati (pagina 1 di 4)