Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Connessioni   #Calcolo strutturale  

    Come posso realizzare il piano di calpestio di una terrazza mediante travi in acciaio e listoni in legno?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 01/03/2021

    Una possibile soluzione potrebbe prevedere la disposizione di un listone in legno parallelamente all’ala superiore di ciascuna trave in acciaio e collegato alla stessa mediante viti. L’ala superiore della trave dovrà essere opportunamente preforata per permettere l’inserimento della vite dall’ala della trave al listone stesso. Il piano di calpestio potrà essere realizzato mediante ulteriori listoni legno disposti ortogonalmente alle travi...

    #Sismica   #Calcolo strutturale  

    Strutture a pareti portanti intelaiate: quale fattore di comportamento va adottato?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 23/09/2020

    In accordo con la Tab. 7.3.II delle NTC 2018, per le strutture a pareti portanti intelaiate sono previsti i seguenti valori massimi del valore di base del fattore di comportamento allo SLV, in funzione della classe di duttilità CD. E’ interessante notare come vi sia una distinzione tra le due tipologie strutturali in funzione del tipo di diaframma utilizzato....

    #Normativa   #Calcolo strutturale  

    Come considerare l'eccentricità accidentale per pilastri in legno?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 13/12/2020

    Le formule per il calcolo dell'instabilità dei pilastri in legno ( § 4.4.8.2.2 delle NTC 2018) tengono in conto di un coefficiente di imperfezione β che vale rispettivamente 0,1 per il legno lamellare e 0,2 per il legno massiccio, nell'ipotesi che gli elementi rientrino nei limiti di rettilineità definiti al § 4.4.15: "*Per tutte le membrature per le quali sia...

    #Connessioni   #Calcolo strutturale  

    Quale tecnologia mi consigliate per realizzare un solaio composto?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 13/12/2020

    In linea di principio il suo tecnico ha detto una cosa giusta: sono possibili più soluzioni per arrivare al risultato sperato. Per operare una scelta non conviene concentrarsi solo sul tipo di connessione utilizzata ma eseguire un confronto in termini prestazionali: **quale rigidezza della trave rinforzata otterrò? quale sarà la deformazione in condizioni di servizio? quali le prestazioni legate alla...

    #Calcolo strutturale  

    Quale l'influenza dei cedimenti differenziali in fondazione su strutture in X-Lam?

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 16/11/2020

    Purtroppo non abbiamo riferimenti bibliografici da citare o da consigliare sul tema sollevato dell'interazione strutturale fra la struttura in XLAM di un edificio e il suolo di fondazione. In effetti il tema sollevato è questo, con l'aggiunta non trascurabile che le fondazioni di regola in calcestruzzo armato sono, il terzo incomodo in questo contesto. La domanda contiene in modo corretto...

    #Normativa   #Sismica   #Connessioni   #Calcolo strutturale  

    E' possibile realizzare pareti portanti intelaiate senza dispositivi di tipo hold-down?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 09/11/2020

    Il calcolo della resistenza di una parete portante intelaiata viene riportato al punto 9.2.4 dell’Eurocodice 5 secondo due differenti metodologie di calcolo. Il metodo A è basato sull’assunzione di una distribuzione delle azioni taglianti uniforme e parallela ai bordi dei pannelli di rivestimento nonché sull’ipotesi fondamentale che ciascuno dei due montanti più esterni della parete sia **direttamente collegato mediante elemento...

    #Calcolo strutturale  

    Vorrei un chiarimento sulla possibilità di progettare una struttura multipiano con pareti in XLAM e solai in legno lamellare sdraiato

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 01/11/2020

    Premetto che un commento approfondito a proposito dell'utilizzo di solai in "lamellare sdariato" è fornito nella risposta Lamellare sdraiato e CLT. Per quanto riguarda il calcolo, nel caso della realizzazione di una struttura composta legno-legno, si può utilizzare l’appendice B della norma UNI EN 1995-1-1, dove è illustrato un metodo di progettazione per elementi composti assemblati meccanicamente basato sulla teoria...

    #Normativa   #Connessioni   #Calcolo strutturale  

    Quali sono le disposizioni costruttive per il serraggio di connessioni realizzate con bulloni?

    A cura di Matteo Izzi, Assolegno

    Pubblicato il 11/10/2020

    Per applicare le disposizioni costruttive per i collegamenti date al p.to §7.7.5.2 delle NTC 2018 è necessario far riferimento a quanto indicato al par. §10.4.3 dell'Eurocodice 5, in cui è specificato che: *"Si raccomanda che i fori nel legno per i bulloni abbiano un diametro che non sia più grande di 1 mm rispetto al diametro del bullone. Si raccomanda...

    #Fuoco   #Calcolo strutturale  

    Come calcolare la resistenza a fuoco di collegamenti legno-legno con coppie di viti tipo tutto filetto incrociate?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 08/09/2020

    Il paragrafo 6.4 dell'Eurocodice EN 1995-1-2 fornisce delle regole semplificate per viti caricate assialmente: nello specifico viene fornito un fattore di riduzione della resistenza assiale della vite in condizioni di incendio in funzione della geometria del collegamento. Si richiede innanzitutto che: a2 ≥ a1 + 40 a3 ≥ a1 + 20 dove a1, a2 e a3 sono le distanze in...

    #Sismica   #Connessioni   #Calcolo strutturale  

    Nelle pareti platform frame portanti è possibile utilizzare il cartongesso?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 23/09/2020

    I pannelli di rivestimento devono essere definiti ad uso strutturale e sono solitamenti a base di legno, quali ad esempio pannelli OSB (UNI EN 300), pannelli di compensato (UNI EN 636), pannelli di particelle (UNI EN 312), pannelli in fibra di legno (UNI EN 622), o in fibro-gesso (EN 15283-2). Sono stati altresì sviluppati e disponibili sul mercato **pannelli in...

75 risultati (pagina 1 di 8)