Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Sismica   #Connessioni   #Calcolo strutturale  

    Nelle pareti platform frame portanti è possibile utilizzare il cartongesso?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 23/09/2020

    I pannelli di rivestimento devono essere definiti ad uso strutturale e sono solitamenti a base di legno, quali ad esempio pannelli OSB (UNI EN 300), pannelli di compensato (UNI EN 636), pannelli di particelle (UNI EN 312), pannelli in fibra di legno (UNI EN 622), o in fibro-gesso (EN 15283-2). Sono stati altresì sviluppati e disponibili sul mercato **pannelli in...

    #Connessioni   #Durabilità  

    E' possibile "inghisare" nel cordolo le travi in legno della copertura?

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 16/09/2020

    L'utilizzo di una correa su una parete in muratura serve prima di tutto a stabilizzare la muratura, e poi a trasferire gli sforzi orozzontali dalla testa della murautra alle pareti verticali di controventamento, e cioè di regola perpendicolari alla parete in questione. Le forze derivanti dall'azione spingente di una copertura sono di regola tutt'altro che trascurabili e non possono praticamente...

    #Connessioni  

    Per il calcolo delle distanze minime tra barre incollate bisogna considerare il diametro nominale della barra o il diametro del foro?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 15/09/2020

    Il calcolo delle barre incollate non è riportato nell'Eurocodice. Un utile riferimento per i calcoli sono le "Istruzioni per la Progettazione, l’Esecuzione ed il Controllo delle Strutture di Legno - CNR-DT 206 R1/2018" ed in particolare il capitolo 8.5 Collegamenti incollati. Per il calcolo della rottura per scorrimento del legno all'interfaccia con l'adesivo si deve far riferimento ad un diametro...

    #Connessioni  

    Quanto vale la resistenza ultima a trazione dell'acciaio dei chiodi?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 15/09/2020

    Generalmente la resistenza ultima a trazione fu,k dell'acciaio dei chiodi vale 600 MPa: si tratta di un valore che deve essere dichiarato dal produttore nella DoP in accordo con la norma EN 14592 "Strutture di legno - Elementi di collegamento di forma cilindrica - Requisiti".

    #Sismica   #Connessioni   #Calcolo strutturale  

    Come tengo conto del degrado oligociclico nel calcolo delle resistenze di progetto delle connessioni dissipative?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 15/09/2020

    Al paragrafo 7.3.6.1 delle NTC 2018 si afferma che “per le strutture a comportamento dissipativo, la capacità delle membrature è calcolata con riferimento al loro comportamento ultimo […]. Per le strutture a comportamento non dissipativo, la capacità delle membrature è calcolata con riferimento al loro comportamento elastico o sostanzialmente elastico” e che “la resistenza dei materiali può essere ridotta per...

    #Normativa   #Connessioni   #ETA  

    Vorrei un chiarimento sulle distanze di chiodatura ammesse per le piastre metalliche

    A cura di Maurizio Follesa, dedaLEGNO

    Pubblicato il 12/09/2020

    Le piastre d’acciaio bidimensionali commerciali classificate e marcate CE secondo la norma EN 14545:2008 “Timber Structures – Connectors – Requirements” vengono comunque sottoposte a una valutazione della capacità portante secondo le indicazioni della norma, anche se con modalità differenti rispetto a quelle dell’ETAG 015 (recentemente sostituito dall’EAD 130186-00-0603) per le piastre tridimensionali. Per quanto concerne le distanze tra i fori...

    #Sismica   #Connessioni  

    Per l'attacco alla base di un hold down o squadretta è sempre obbligatorio utilizzare tasselli C2?

    A cura di Maurizio Follesa, dedaLEGNO

    Pubblicato il 12/09/2020

    Per il collegamento al calcestruzzo di un hold-down o angolare a taglio mediante ancoranti post-inseriti per uso strutturale, occorre far riferimento a quanto specificato al paragrafo 11.4.1 delle NTC 2018 dove viene specificato che “*per la qualificazione degli ancoranti per uso strutturale si applica quanto specificato al punto C) del § 11.1, sulla base della Linea guida di benestare tecnico...

    #Sismica   #Connessioni  

    Unioni con viti a trazione possono essere considerate dissipative?

    A cura di Roberto Tomasi, Norwegian University of Life Sciences

    Pubblicato il 31/08/2020

    Le unioni con viti a trazione non sono da considerarsi collegamenti di tipo dissipativo. Una precisazione su questo punto viene fatta anche nelle Norme Tecniche per le Costruzioni al punto 7.7.6: “ ... Al fine di garantire lo sviluppo del comportamento ciclico dissipativo in corrispondenza delle zone assunte come dissipative, tutti gli altri elementi strutturali e/o connessioni devono essere progettati...

    #Connessioni  

    Dove posso inoltre trovare informazioni per il dimensionamento di rinforzi a taglio di travi in legno lamellare?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 18/08/2020

    Ad oggi nei documenti normativi non si trovano molte informazioni in merito. Esiste invece una vasta letteratura in proposito; senza la pretesa di essere esaustivi si citano alcuni importanti lavori: Dietsch, Philipp and Reinhard Brandner. “Self-tapping screws and threaded rods as reinforcement for structural timber elements – A state-of-the-art report.” Construction and Building Materials 97 (2015): 78-89. Dietsch...

    #Normativa   #Sismica   #Connessioni  

    Collegamenti con barre incollate sollecitate parallelamente al proprio asse in giunzioni in grado di dissipare energia

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 01/08/2020

    La domanda si riferisce alla apparente contraddizione tra ciò che è riportato nelle NTC 2018 e quanto proposto nel documento CNR-DT 207_2018 sulla possibilità di utilizzare collegamenti realizzati con barre (barre ad aderenza migliorata o barre filettate) incollate nell'elemento in legno tramite adesivo (solitamente collante a base epossidica). Tale domanda deriva, in buona sostanza, dalla lettura della seguente nota presente...

43 risultati (pagina 1 di 5)