Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Tecniche costruttive   #Isolamento termico   #Ventilazione   #Condensa   #Materiali da costruzione  

    Copertura piana in clima mediterraneo

    A cura di Michele De Beni, Esperto di edifici ad alta efficienza energetica

    Pubblicato il 01/06/2020

    Nel contesto in cui ci confrontiamo, do per assodato che la sua domanda sia relativa ad una copertura piana di un edificio in legno, in cui quindi la struttura portante del solaio sia anch'essa in elementi lignei (XLAM o solaio con travi e assito ad esempio). Non nascondo che il tema è particolarmente delicato e merita estrema attenzione sia...

    #Tecniche costruttive   #Isolamento termico   #Ventilazione   #Raffrescamento estivo  

    Quanto deve essere la dimensione della camera di ventilazione di un tetto in legno?

    A cura di Michele De Beni, Esperto di edifici ad alta efficienza energetica

    Pubblicato il 03/06/2020

    Per rispondere in modo costruttivo alla sua domanda preferisco riassumerLe di seguito i motivi per cui è consigliabile realizzare coperture "ventilate" anzichè no. In primis, questa convenienza non dipende dalla tecnologia costruttiva della copertura, in legno o laterizio che sia, piuttosto da cosa succede "dentro" l'edificio (classi di umidità) e da fattori climatici esterni. Un altro aspetto rilevante è il...

    #Connessioni   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale  

    Come posso realizzare solai in X-LAM e travi in acciaio?

    A cura di Matteo Izzi, Assolegno

    Pubblicato il 20/04/2020

    La fornitura di pannelli in XLAM di larghezza compresa tra 100 cm e 150 cm è compatibile con il passaggio degli stessi attraverso le aperture delle finestre. Per quanto riguarda il fissaggio dei pannelli alle pareti perimetrali, è possibile adottare profili metallici con sezione ad L opportunamente ancorati alle strutture esistenti e vincolati ai pannelli lignei mediante viti (inserite in...

    #Normativa   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale   #Sismica  

    Quando un impalcato in legno può considerarsi infinitamente rigido?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Necessaria premessa è l’analisi dei pertinenti contenuti nelle Norme Tecniche. Il paragrafo 7.2.6 delle NTC 2018 relativo ai criteri generali di modellazione della struttura in caso di analisi sismica precisa che “*a meno di specifiche valutazioni e purché le aperture presenti non ne riducano significativamente la rigidezza, gli orizzontamenti piani possono essere considerati infinitamente rigidi nel loro piano medio a...

    #Normativa   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale   #Sismica  

    Quali indicazioni fornisce la Circolare in merito alle cosiddette “strutture miste”?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Al paragrafo C7.7.3 la Circolare fornisce importanti chiarimenti a proposito dei concetti di sistemi strutturali resistenti in parallelo e di sistemi strutturali sovrapposti. Per quanto riguarda i sistemi strutturali resistenti in parallelo: “Qualora più tipologie strutturali, anche di materiali diversi, collaborino nella resistenza sismica (sistemi resistenti in parallelo), è possibile computare il contributo di entrambe le tipologie, purché ***nell’analisi sia...

    #Normativa   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale  

    Possono essere disposte membrature in falso all’interno di un edificio in legno?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le NTC 2018 e la relativa Circolare non vietano, in generale, la presenza di pareti in falso nelle strutture lignee; occorre però fare un po’ di chiarezza. Analizziamo cosa prevedono le NTC 2018 in merito. Al paragrafo 7.7.4 le NTC 2018 riportano: “*Travi e solette su cui poggiano elementi in falso (pilastri o pareti) devono essere sempre dimensionate tenendo in...

    #Normativa   #Tecniche costruttive  

    Intervento di adeguamento necessario o meno per variazioni alla copertura?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le Norme Tecniche per le Costruzioni elencano al paragrafo 8.4.3 tutte le casistiche per le quali si rende obbligatorio un intervento di adeguamento della costruzione, nello specifico “quando si intenda: sopraelevare la costruzione; ampliare la costruzione mediante opere ad essa strutturalmente connesse e tali da alterarne significativamente la risposta; *apportare variazioni di destinazione d’uso che comportino **incrementi...

    #Normativa   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale  

    Le coperture “a falsi puntoni” devono essere considerate delle strutture spingenti?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Una copertura si definisce spingente se, sottoposta a carichi verticali, provoca sui vincoli esterni sollecitazioni orizzontali, ovvero delle “spinte”. Nelle NTC 2018 il concetto di struttura spingente viene trattato in diversi punti. Al paragrafo 7.2.2, per le strutture di tipo spingente, è indicata la necessità di considerare la componente verticale dell’azione sismica. Il paragrafo 7.8.1.4, relativo ai criteri di progetto...

    #Tecniche costruttive   #Isolamento termico   #Ventilazione   #Condensa   #Raffrescamento estivo  

    Come influisce il clima sul degrado delle strutture in legno?

    A cura di Michele De Beni, Esperto di edifici ad alta efficienza energetica

    Pubblicato il 15/04/2020

    Il clima, pensato come variazione nel tempo di temperatura dell'aria, radiazione solare ed umidità, ha sicuramente un impatto rilevante sulla durata degli edifici: la loro orientazione, la loro qualità termica e la strategia di ventilazione, sono fattori determinanti per la durata e le prestazioni di qualsiasi tipo di realizzazione e non solo per gli edifici in legno. Dalla mia...

    #Sismica   #Tecniche costruttive   #Materiali da costruzione  

    Quali tipologie di pannelli di rivestimento si possono usare per le pareti portanti intelaiate in legno?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 07/04/2020

    La resistenza e la stabilità nei confronti delle azioni orizzontali delle pareti portanti intelaiate in legno sono garantite dai pannelli di rivestimento e dai collegamenti tra questi e il telaio (“sheathing-to-framing connections”), generalmente realizzati mediante connettori a gambo cilindrico (chiodi o cambrette) di piccolo diametro. Tali connettori sono disposti ad interasse costante lungo i bordi di ciascun pannello, garantendo un...

64 risultati (pagina 1 di 7)