Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Sismica   #Normativa  

    Il fattore kr=0,8 per irregolarità in altezza va usato anche nel caso di edifici non dissipativi?

    A cura di Daniele Casagrande, Istituto per la Bioeconomica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IBE)

    Pubblicato il 22/09/2020

    Il fattore kr è introdotto al fine di tenere conto di possibili irregolarità strutturali in altezza nella distribuzione delle deformazioni anelastiche lungo l’altezza della struttura. Tali irregolarità possono incrementare la domanda di deformazione a livello locale delle zone dissipative rispetto al valore corrispondente al fattore di comportamento q relativo ad una struttura regolare in altezza. Anziché imporre regole di dettaglio...

    #Specie legnose   #Durabilità  

    Quale specie legnosa mi consigliate per dei pali in legno da infiggere in acqua?

    A cura di Massimo Del Senno, Esperto Tecnologia del Legno

    Pubblicato il 17/09/2020

    Il legno immerso in acqua non è soggetto ad attacchi fungini, dato che l'immersione determina la saturazione della parete cellulare e il riempimento dei lumi, impedendo l'afflusso dell'ossigeno necessario per lo sviluppo dei funghi. Gli attacchi di organismi animali si verificano nelle acque salate o salmastre (Teredo sp., Limnoria sp. ecc) come si può constatare dallo stato di conservazione di...

    #Specie legnose  

    Quali sono le caratteristiche del larice siberiano?

    A cura di Massimo Del Senno, Esperto Tecnologia del Legno

    Pubblicato il 17/09/2020

    La letteratura corrente non evidenzia differenze significative tra le due specie (Larix decidua mill e Larix sibirica sin. L. russica). Se la caratteristica fisica che più influenza le prestazioni meccaniche (la massa volumica) presenta per il larice europeo una maggior dispersione verso i valori minimi (470 kg/m3 contro 570 kg/m3 per il larice siberiano), va fatto notare che a parità...

    #Specie legnose  

    Come evitare l'ingrigimento delle tavole di rivestimento?

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 16/09/2020

    Tutte le specie legnose sono soggette a ingrigimento se esposte alle azioni dirette delle intemprie. E tutte le specie legnose ingrigiscono in modo simile, o meglio possono ingrigire in modo simile. La tonaltità del grigio che ne risulta dipende dalle condizioni climatiche locali - anzi, microlocali - in cui il legno si trova. Si tratta di un fenomeno naturale e...

    #Specie legnose  

    Quale specie legnosa utilizzare per pali infissi nel terreno?

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 16/09/2020

    La risposta alla domanda impone di definire una esigenza di durabilità dei pali infissi nel terreno. Se la durata necessaria è di alcuni mesi al massimo pochi anni, il tema non si pone e ogni specie legnosa va bene. Se invece ci si aspetta una durata di vita che superi i pochi anni, allora occorre scegliere molto attentamente la specie...

    E' consigliabile realizzare solette in legno lamellare?

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 16/09/2020

    La soletta di legno lamellare incollato diposto "coricato" ha il solo vantaggio di offire il materiale grezzo ad un prezzo lievemente inferiore dell'XLAM. **Gli elementi di legno lamellare coricato sono soggetti alle variazioni di ritiro e rigonfiamento stagionale del legno e devono essere posati con una intercapedine di almeno 10 mm per ogni metro di larghezza fra un elemento e...

    #Connessioni   #Durabilità  

    E' possibile "inghisare" nel cordolo le travi in legno della copertura?

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 16/09/2020

    L'utilizzo di una correa su una parete in muratura serve prima di tutto a stabilizzare la muratura, e poi a trasferire gli sforzi orozzontali dalla testa della murautra alle pareti verticali di controventamento, e cioè di regola perpendicolari alla parete in questione. Le forze derivanti dall'azione spingente di una copertura sono di regola tutt'altro che trascurabili e non possono praticamente...

    #Calcolo strutturale  

    Le verifiche di vibrazione di un solaio in legno sono sempre obbligatorie?

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 16/09/2020

    La domanda va posta prima di tutto in un'altra forma, e cioè: un solaio con un comportamento vibratorio troppo marcato deve essere accettato dal committente o da chi per esso ? La risposta sembra evidente e suggerisce che se una esigenza riconosciuta e riconoscibile come tale non è rispettata, il prodotto fornito è per forza di cose difettoso. Il fatto...

    #Connessioni  

    Per il calcolo delle distanze minime tra barre incollate bisogna considerare il diametro nominale della barra o il diametro del foro?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 15/09/2020

    Il calcolo delle barre incollate non è riportato nell'Eurocodice. Un utile riferimento per i calcoli sono le "Istruzioni per la Progettazione, l’Esecuzione ed il Controllo delle Strutture di Legno - CNR-DT 206 R1/2018" ed in particolare il capitolo 8.5 Collegamenti incollati. Per il calcolo della rottura per scorrimento del legno all'interfaccia con l'adesivo si deve far riferimento ad un diametro...

    #Connessioni  

    Quanto vale la resistenza ultima a trazione dell'acciaio dei chiodi?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 15/09/2020

    Generalmente la resistenza ultima a trazione fu,k dell'acciaio dei chiodi vale 600 MPa: si tratta di un valore che deve essere dichiarato dal produttore nella DoP in accordo con la norma EN 14592 "Strutture di legno - Elementi di collegamento di forma cilindrica - Requisiti".

312 risultati (pagina 3 di 32)