Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Materiali da costruzione  

    Classificazione legno tondo

    Con che regole posso classificare come progettista dei tondi di abete tagliati ed essiccati da un mio cliente allo scopo di realizzare una copertura di una baita in montagna? Tutte le lavorazioni saranno fatte in cantiere, senza necessità di portare i tronchi in segheria

    Risposta a cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 24/11/2021

    La procedura ai fini di immettere del materiale tondo sul mercato, così come da Norme Tecniche per le Costruzioni, è quella descritta all'interno del punto B del cap. 11.1 (cosidetta "qualificazione nazionale"). Entro tale contesto l'azienda interessata ad ottenere tale attestazione di qualificazione dal Servizio Tecnico Centrale (STC) del CSLP deve opportunamente formare la figura del Direttore Tecnico di Produzione (soggetto che sovraintende il processo di classificazione) e inviare agli uffici del STC una serie di procedure dedicate principalmente a definire la tracciabilità del prodotto e ad un controllo delle lavorazione, eseguite in conformità ad un progetto.

    Fatta questa premessa, ai fini di una classificazione del legname tondo si può far riferimento a quanto indicato nella Circolare Esplicativa n. 7/2019 al par. C11.7.2.2 "Legno massiccio a sezione irregolare" di cui si riporta uno stralcio:

    "Ai fini della classificazione del materiale, in assenza di specifiche regole (ad. es UNI 11035-3), si potrà fare riferimento a quanto previsto per gli elementi a sezione rettangolare, senza considerare le prescrizioni sugli smussi e sulla variazione della sezione trasversale, purché nel calcolo si tenga conto dell’effettiva geometria delle sezioni trasversali".

    Nel caso in questione quindi il classificatore, dovrà riportare i difetti al diametro del toppo di interesse, applicando la relativa regola di classificazione prevista per il legno massiccio a sezione rettangolare (ad es. UNI 11035-1/2 per legno italiano o DIN 4074-1 per legno di Abete di Provenienza Centro Nord Est Europa).