Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Specie legnose   #Durabilità  

    Per realizzare il rivestimento di una facciata in legno quale essenza legnosa mi consigliate?

    A cura di Massimo Del Senno, Esperto Tecnologia del Legno

    Pubblicato il 05/07/2020

    Classicamente, anche riferendosi alla tradizione dell’architettura vernacolare, la specie più largamente usata è il Larice. Va da sé che occorre utilizzare durame. A titolo informativo si allega una tabella comparativa tra il Larice ed altre specie di conifera.

    #Normativa   #Specie legnose   #Proprietà meccaniche   #Materiali da costruzione  

    E' possibile riutilizzare travi in massiccio di "recupero" per la realizzazione di una nuova copertura?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 24/06/2020

    In relazione al quesito posto si è espresso il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici con parere n. 3/2012. A tal proposito il suddetto parere individua due casistiche di riferimento riportate sinteticamente di seguito: 1- Diagnosi in situ svolta tramite indagini condotte in accordo ai principi della UNI 11119 ("Beni culturali - Manufatti lignei - Strutture portanti degli edifici - Ispezione...

    #Normativa   #Specie legnose  

    Quale è l'attuale TLV per le polveri di legno duro?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 23/06/2020

    Il 9 giugno 2020 è stato pubblicato il decreto legislativo che recepisce la direttiva relativa alla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un'esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro (Decreto Legislativo 1 giugno 2020, n. 44 - Gazzetta Ufficiale del 9 giugno 2020, n. 145). Il decreto modifica il Dlgs 81/2008 disponendo un abbassamento del limite...

    #Connessioni   #Specie legnose   #Calcolo strutturale  

    E' possibile utilizzare viti autoforanti nel legno di castagno?

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 04/05/2020

    Il legno massiccio di castagno ha prestazioni di resistenza e rigidezza simili a quelle del legno di conifera, malgrado si tratti di un legno di latifoglia con una densità decisamente più elevata. Con la classificazione per l'uso strutturale può essere impiegato nella classe D24 (UNI EN 338) con un valore caratteristici della resistenza a flessione di 28 N/mm2 e un...

    #Specie legnose   #Durabilità   #Materiali da costruzione  

    Cosa mi consigliate per la realizzazione del decking di un terrazzo esposto alle intemperie cosa mi consigliate?

    A cura di Massimo Del Senno, Esperto Tecnologia del Legno

    Pubblicato il 18/04/2020

    L’esempio più noto di trattamento termico è quello brevettato (Thermowood ®). A grandi linee consiste nel riscaldamento del materiale fino a: 190 °C (classe S come Stability) e 220 °C (classe D come durability). In estrema sintesi si può dire che il riscaldamento altera le proprietà del materiale (in particolare modificando lo stato cristallino di cellulosa e emicellulose) rendendolo meno...

    #Specie legnose  

    Ho diversi campi e stavo valutando di piantare Paulownia per ricavarne biomassa. Cosa ne pensate?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 07/04/2020

    In relazione alla Paulownia e ad un suo utilizzo per la produzione di biomassa, sebbene vi siano esperienze che vadano consolidandosi prevalentemente nel Nord Italia (la sua introduzione risale a circa 10 fa), è possibile affermare che ancora oggi un suo impiego sia in corso di validazione (allo stesso tempo è bene sottolineare le buone attitudini in termini di incrementi...

    #Specie legnose   #Durabilità  

    Trattamenti preventivi

    A cura di Massimo Del Senno, Esperto Tecnologia del Legno

    Pubblicato il 07/01/2020

    Il legno di Larice LIMITATATMENTE AL DURAME è resistente agli insetti, ma presenta una modesta resistenza agli attacchi fungini, il che, data anche la difficoltà di effettuare trattamenti preventivi, impone cautele in applicazioni in cui si possano verificare condizioni ambientali favorevoli all’insediamento di funghi. Questo è verificabile anche nell’architettura tradizionale nella quale gli elementi sia strutturali sia di tamponamento realizzati...

    #Specie legnose   #Durabilità  

    Macchie su un pavimento in Ipé

    A cura di Massimo Del Senno, Esperto Tecnologia del Legno

    Pubblicato il 02/01/2020

    Il legno di molte specie del genere Tabebuia, tra cui quelle commercialmente denominata Ipé (in Bolivia) è caratterizzato dalla presenza nei vasi di un deposito, per lo più giallastro, detto Lapacolo. Tale sostanza è soggetta a viraggi cromatici che possono essere collegati alle “macchie” lamentate dallo scrivente. Il colore verso cui vira il Lapacolo dipende dalle sostanze con cui viene...

    #Specie legnose   #Materiali da costruzione  

    Specie in località di mare e trattamenti

    A cura di Massimo Del Senno, Esperto Tecnologia del Legno

    Pubblicato il 02/01/2020

    Se ci si riferisce alla verniciatura in senso stretto, cioè a duna finitura filmogena trasparente (il termine esatto per quelle pigmentate è pittura) la scelta è dettata anche dal colore del materiale: materiali consueti per queste applicazioni sono l’abete di Douglas o Douglasia (Psedoutsuga menziezii Mirb.) o uno delle specie di pini “meridionali” generalmente designati come “Pitch pine” (anche la...

    #Specie legnose   #Proprietà meccaniche   #Durabilità  

    Legno per rivestimenti

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Borlini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 02/01/2020

    Elementi incurvati in legno sono realizzabili in diversi materiali, a partire dal lamellare incollato, fino ai multistrato di sfogliati e piallacci. Il solo fatto di usare materiale curvo come rivestimento esterno rappresenta una scelta delicata, vista l'esposizione diretta alle intemperie. L'impiego di tavole multistrato quali rivestimento di facciata è possibile, ma deve essere valutato accuratamente in relazione al materiale scelto...

38 risultati (pagina 2 di 4)