Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Normativa   #Calcolo strutturale  

    Carico da neve: quale classe di durata del carico va considerata in sede di progetto: breve o media durata?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le norme NTC 2008 non fornivano un’indicazione della classe di durata del carico neve in funzione dell’altitudine, lasciando al progettista la scelta in funzione delle caratteristiche del sito. A tal proposito anche l’Eurocodice 5 non fornisce indicazioni: dal momento che i carichi climatici quali la neve variano nei diversi Paesi, l'assegnazione delle classi di durata del carico deve essere specificata...

    #Normativa   #Calcolo strutturale   #Marcatura CE   #ETA   #Certificato di Valutazione Tecnica  

    Quale documentazione il produttore deve produrre per poter definire l’applicabilità della colonna “B” e permettere al progettista l’utilizzo dei coefficienti parziali ridotti previsti nelle NTC 2018?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le rinnovate Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al DM 17.01.18, prevedono per la prima volta, la possibilità di applicare differenti coefficienti parziali di sicurezza (γM) in funzione del Coefficiente di Variazione della resistenza dei materiali a base legno. Infatti il paragrafo 4.4.6 delle NTC 2018 “Resistenza di Progetto” indica quanto segue: “Il coefficiente γM è valutato secondo la...

    #Normativa   #ETA   #Certificato di Valutazione Tecnica  

    A livello autorizzativo, Certificato di Valutazione Tecnica o ETA sono sufficienti per sistemi costruttivi non compresi all'interno delle NTC?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le NTC chiariscono che si intendono per “sistemi costruttivi diversi da quelli disciplinati dalle presenti norme tecniche” quelli per cui le regole di progettazione ed esecuzione non siano previste nelle NTC stesse o nei riferimenti tecnici e nei documenti di comprovata validità di cui al Capitolo 12. Pertanto, per l’impiego di tali sistemi costruttivi diversi da quelli disciplinati nelle NTC,...

    #Normativa   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale   #Sismica  

    Quando un impalcato in legno può considerarsi infinitamente rigido?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Necessaria premessa è l’analisi dei pertinenti contenuti nelle Norme Tecniche. Il paragrafo 7.2.6 delle NTC 2018 relativo ai criteri generali di modellazione della struttura in caso di analisi sismica precisa che “*a meno di specifiche valutazioni e purché le aperture presenti non ne riducano significativamente la rigidezza, gli orizzontamenti piani possono essere considerati infinitamente rigidi nel loro piano medio a...

    #Normativa   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale   #Sismica  

    Quali indicazioni fornisce la Circolare in merito alle cosiddette “strutture miste”?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Al paragrafo C7.7.3 la Circolare fornisce importanti chiarimenti a proposito dei concetti di sistemi strutturali resistenti in parallelo e di sistemi strutturali sovrapposti. Per quanto riguarda i sistemi strutturali resistenti in parallelo: “Qualora più tipologie strutturali, anche di materiali diversi, collaborino nella resistenza sismica (sistemi resistenti in parallelo), è possibile computare il contributo di entrambe le tipologie, purché ***nell’analisi sia...

    #Normativa   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale  

    Possono essere disposte membrature in falso all’interno di un edificio in legno?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le NTC 2018 e la relativa Circolare non vietano, in generale, la presenza di pareti in falso nelle strutture lignee; occorre però fare un po’ di chiarezza. Analizziamo cosa prevedono le NTC 2018 in merito. Al paragrafo 7.7.4 le NTC 2018 riportano: “*Travi e solette su cui poggiano elementi in falso (pilastri o pareti) devono essere sempre dimensionate tenendo in...

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Calcolo strutturale  

    Da dove deriva il fattore kcr per le verifiche a taglio di elementi in legno?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al DM 17.01.18, come il precedente DM 14.01.08, ricordano che “la massima tensione tangenziale di progetto” deve essere “valutata secondo la teoria di Jourawski”. Tuttavia, rispetto alla precedente versione della norma, si specifica che nell’effettuare questo calcolo deve essere considerata “***una larghezza di trave opportunamente ridotta per la presenza di eventuali...

    #Normativa   #Calcolo strutturale  

    Perché le porzioni di parate a telaio leggero contenenti aperture di porta o finestra non possono essere considerate come elementi controventanti?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 03/01/2020

    La Circolare Esplicativa fa riferimento alle strutture a pareti lignee intelaiate, nelle quali le pareti hanno sia la funzione di assorbire i carichi verticali, sia quella di controventamento. Nelle Norme Tecniche per le Costruzioni (DM 17.01.18) non vengono fornite indicazioni specifiche a riguardo; si afferma che “*qualora gli elementi di parete svolgano anche funzioni di controventamento nel loro piano (diaframma...

    #Normativa   #Calcolo strutturale  

    Vorrei dei chiarimenti sulle verifiche di vibrazione dei solai in legno

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le norme Tecniche trattano gli stati limite di esercizio al paragrafo 4.4.7, specificando che “nel caso di impalcati, si raccomanda la verifica della compatibilità della deformazione con la destinazione d’uso”, senza fornire ulteriori indicazioni. Il paragrafo C4.4.7 della Circolare chiarisce che: “Si dovrà verificare che le azioni previste sulla struttura ***non producano vibrazioni che ne possano compromettere la normale utilizzazione...

    #Normativa   #Tecniche costruttive  

    Intervento di adeguamento necessario o meno per variazioni alla copertura?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 03/01/2020

    Le Norme Tecniche per le Costruzioni elencano al paragrafo 8.4.3 tutte le casistiche per le quali si rende obbligatorio un intervento di adeguamento della costruzione, nello specifico “quando si intenda: sopraelevare la costruzione; ampliare la costruzione mediante opere ad essa strutturalmente connesse e tali da alterarne significativamente la risposta; *apportare variazioni di destinazione d’uso che comportino **incrementi...

114 risultati (pagina 3 di 12)