Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Normativa  

    Cosa si intende per costruttore? Quali obblighi per il costruttore in legno alla luce della nuova Circolare Esplicativa?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 03/01/2020

    In merito alla figura del “costruttore” va premesso che in realtà non esiste nella legge italiana una definizione ed una disciplina precisa, ben delimitata e definita, per ambiti, oggetto di attività e requisiti professionali, che possa renderne compiutamente il senso, la portata e gli effetti, non solo in termini giuridici ma anche in termini più strettamente professionali. Esistono invece caratterizzazioni...

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Materiali da costruzione  

    Quali sono i controlli di accettazione da eseguire su legname classificato a macchina? Quali le tolleranze da seguire per procedere ad una accettazione?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 03/01/2020

    Per la prima volta le Norme Tecniche per le Costruzioni definiscono per ogni assortimento ad uso strutturale, specifici controlli di accettazione a carico del Direttore Lavori. Da un punto di vista pratico e in termini generali è necessario precisare che tali controlli (eseguiti appunto in cantiere) non possono avere lo stesso grado di severità e precisione di quanto avviene in...

    #Normativa   #Connessioni   #Materiali da costruzione  

    Prove di accettazione per gli elementi di carpenteria metallica

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 03/01/2020

    La corretta concezione dei collegamenti all’interno di un determinato progetto in legno (siano essi pannelli XLAM oppure pannelli intelaiati) è un elemento fondamentale nella progettazione strutturale dell’intero edificio. Il numero, la disposizione e il dettaglio costruttivo dei sistemi di collegamento influenza infatti il comportamento dell’intero edificio in termini di resistenza, rigidezza, duttilità e robustezza strutturale. In merito ai controlli da...

    #Normativa   #Calcolo strutturale  

    Quale classe di servizio attribuire alle strutture in legno situate in ambienti caratterizzati da un elevato grado di umidità quali i palaghiaccio?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    La definizione delle classi di servizio è fornita al punto 4.4.5 delle NTC 2018, dove è indicato che: la Classe di servizio 1è caratterizzata da un’umidità del materiale in equilibrio con l’ambiente a una temperatura di 20 °C e un’umidità relativa dell’aria circostante che non superi il 65%, se non per poche settimane all’anno”. la **Classe di...

    #Normativa   #Tecniche costruttive   #Calcolo strutturale  

    Le coperture “a falsi puntoni” devono essere considerate delle strutture spingenti?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 03/01/2020

    Una copertura si definisce spingente se, sottoposta a carichi verticali, provoca sui vincoli esterni sollecitazioni orizzontali, ovvero delle “spinte”. Nelle NTC 2018 il concetto di struttura spingente viene trattato in diversi punti. Al paragrafo 7.2.2, per le strutture di tipo spingente, è indicata la necessità di considerare la componente verticale dell’azione sismica. Il paragrafo 7.8.1.4, relativo ai criteri di progetto...

    #Normativa   #Sismica   #Calcolo strutturale  

    Quale coefficiente parziale di sicurezza sui materiali deve essere utilizzato per la progettazione sismica?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 03/01/2020

    Al paragrafo 7.3.6.1 delle NTC 2018 si afferma che “*per le strutture a comportamento dissipativo, la capacità delle membrature è calcolata con riferimento al loro comportamento ultimo […]. Per le strutture a comportamento non dissipativo, la capacità delle membrature è calcolata con riferimento al loro comportamento elastico o sostanzialmente elastico” e che “la resistenza dei materiali può essere ridotta per...

    #Normativa   #Sismica   #Calcolo strutturale  

    Strutture a pareti portanti intelaiate: quali accorgimenti sono necessari in sede di progetto nel caso di progettazione sismica di un’opera in CD “A” o CD “B”?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 03/01/2020

    Gli aspetti concettuali della progettazione sono illustrati dalle NTC 2018 al paragrafo 7.7.1: “Gli edifici sismoresistenti di legno devono essere progettati con una concezione strutturale in accordo a uno dei seguenti comportamenti, anche tenuto conto delle disposizioni di cui al § 7.7.7: a) comportamento strutturale dissipativo; b) comportamento strutturale non dissipativo. *Le strutture progettate secondo il comportamento strutturale dissipativo devono...

    #Normativa   #Marcatura CE   #Materiali da costruzione  

    Per le tavole per elementi in legno lamellare, la norma sembra definire un iter di classificazione a macchina per una classe di resistenza superiore a C30. Come tale prescrizione si sovrappone alla norma armonizzata di riferimento UNI EN 14080: 2013?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 03/01/2020

    Al fine di rispondere al quesito posto, è necessario un chiarimento in relazione alle modalità di classificazione del materiale. La UNI EN 14081-1 “Strutture di legno - Legno strutturale con sezione rettangolare classificato secondo la resistenza - Parte 1: Requisiti generali” dispone i controlli minimi ai fini di marcare CE gli assortimenti in legno massiccio a spigolo vivo. In relazione...

    #Normativa   #Calcolo strutturale  

    Perchè "garantire la continuità flessionale" delle pareti fra due impalcati?

    A cura di Maurizio Piazza, Università di Trento

    Pubblicato il 07/01/2020

    La Circolare Esplicativa indica che “per assicurare un’adeguata resistenza nei confronti della instabilità, deve essere assicurata la continuità flessionale della porzione di parete compresa tra due impalcati successivi.” Per comprendere tale richiesta si deve innanzitutto ricordare che il vincolo alla base ed in sommità di una parete in legno può essere tipicamente schematizzato, in direzione ortogonale alla parete, come una...

    #Normativa   #Materiali da costruzione  

    Controlli di accettazione: quali limiti sono previsti dalla UNI EN 14080 per quanto riguarda la distanza nodo-giunto?

    A cura di Marco Luchetti, Assolegno

    Pubblicato il 03/01/2020

    Con le NTC 2018 si dispongono (per la prima volta) controlli di accettazione anche per gli assortimenti in legno strutturale, similmente a quanto avviene per gli altri materiale da costruzione. Il Direttore dei lavori dovrà quindi “effettuare, in fase di accettazione” (prima della messa in opera) una serie di controlli, a carattere per lo più non distruttivo, al fine di...

102 risultati (pagina 3 di 11)