Assolegno risponde

Gli esperti al servizio del settore

    #Tecniche costruttive   #Durabilità   #Materiali da costruzione  

    Impermeabilizzazione dell'attacco a terra di una struttura in legno

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Bolrini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 02/01/2020

    Senza avere le indicazioni esatte su come è stato realizzato - o progettato - il dettaglio del piede della parete in XLAM è difficile valutare la situazione. Ci limitiamo quindi ad alcune considerazioni generiche, ma di pertinenza diretta con la domanda e utili ad analizzare e valutare la situazione specifica. Il dormiente in larice è di per sé sensato solo...

    #Tecniche costruttive   #Durabilità   #Materiali da costruzione  

    Impermeabilizzare un balcone realizzato con pannelli Xlam

    A cura di Andrea Bernasconi, heig-vd CH-Yverdon | Bolrini & Zanini SA | holztragwerke.ch

    Pubblicato il 07/01/2020

    La parte inferiore di un balcone si trova di fatto in classe di servizio 2, e quindi non è soggetta a rischio di degrado e non deve essere protetta in modo particolare. Si tratta di un elemento posto all'esterno, ma non a diretto contatto con l'acqua, se non in casi eccezionali e di breve durata. Fanno eccezione condizioni climatiche estreme,...

    #Materiali da costruzione   #Proprietà meccaniche  

    Deformazioni & imbarcamento dei segati

    A cura di Massimo Del Senno, Esperto Tecnologia del Legno

    Pubblicato il 07/01/2020

    Se ci si riferisce al fenomeno di imbarcamento in senso stretto la risposta è sì. Il fenomeno è riconducibile alla differenza fra il ritiro tangenziale e il ritiro radiale (in certi casi dell’ordine di 2 a 1) che è anche la causa delle fratture longitudinali (“cretti da ritiro"). Il medesimo meccanismo infatti determina la deformazione della sezione trasversale di una...

    #Materiali da costruzione  

    Con il termine KVH e legno lamellare si indica lo stesso prodotto?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 10/12/2019

    Come osserva correttamente legno lamellare (UNI EN 14080:2013 "Strutture di legno - Legno lamellare incollato e legno massiccio incollato - Requisiti") e KVH (UNI EN 15497:2014 "Legno massiccio strutturale con giunti a dita - Requisiti prestazionali e requisiti minimi di produzione") sono due materiali ben diversi. La voce del prezziario sembra quindi poco corretta. Risposta gentilmente concessa da promo_legno

    #Tecniche costruttive   #Durabilità   #Materiali da costruzione  

    Prima di posare il manto di copertura di un tetto in legno lamellare a vista, le travi si sono bagnate per 4-5 giorni al mese per circa 4 mesi. Questo può aver provocato fessurazioni da ritiro negli elementi lignei?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 10/12/2019

    Per motivi di produzione legati all'incollaggio, le lamelle del legno lamellare devono essere ben stagionate e quindi gli elementi in legno lamellare vengono consegnati in cantiere con umidità prossima al 12%. Per questo motivo le travi in legno lamellare poste in ambienti interni in genere non presentano fessurazioni. Nel caso in esame i ripetuti cicli di cambio di umidità dovuti...

    #Tecniche costruttive   #Materiali da costruzione  

    Vorrei costruire una casetta portattrezzi nel giardino, e vorrei utilizzare dei pannelli OSB/3. Desidero sapere se tale prodotto è consigliato per questa funzione

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 10/12/2019

    In accordo con la norma EN 300 che definisce le caratteristiche dei pannelli OSB, i pannelli OSB/3 sono classificati come pannelli portanti per uso in ambiente umido. Possono quindi essere utilizzati per lo scopo indicato, pur di non esporli direttamente alle intemperie: si dovrà realizzare una copertura impermeabile con delle gronde. Risposta gentilmente concessa da promo_legno

    #Normativa   #Proprietà meccaniche   #Materiali da costruzione  

    Esistono pannelli XLAM con classe di resistenza GL36?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 09/12/2019

    Le valutazioni tecniche europee ETA dei vari prodotti riportano in genere una classe di resistenza C24 (eventualmente con presenza fino ad un 10% di C16). Anche la norma UNI EN 16351 "Strutture di legno - Pannello di tavole incrociate - Requisiti" fa riferimento a tavole classificate in accordo con la norma UNI EN 14081-1 "*Strutture di legno - Legno strutturale...

    #Normativa   #Materiali da costruzione  

    Vorrei avere la conferma che da agosto 2015 i profili resistenti del legno lamellare sono quelli definiti nella norma UNI EN 14080:2013

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 06/12/2019

    Con la fine del periodo di coesistenza, a partire dall’08.08.2015, il legno lamellare deve essere marcato CE in accordo con la norma EN 14080:2013: tale norma non fissa solamente le prescrizioni di produzione ma sostituisce, tra il resto, anche la norma EN 1194 (che è stata ritirata in data 12/09/2013). Quindi per le classi di resistenza e i profili prestazionali...

    #Normativa   #Materiali da costruzione  

    Vi è stata una riduzione dei fornitori di legno lamellare GL32h?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 05/12/2019

    È probabile che nel caso in esame si faccia riferimento alla UNI EN 14080:2013, il cui periodo di coesistenza con la UNI EN 14080:2005 è terminato ad agosto 2015. Se in precedenza erano disponibili 4 classi di resistenza normate per l’impiego strutturale del legno lamellare incollato (GL24, GL28, GL32 e GL36), con la revisione della suddetta norma, le classi diventano...

    #Normativa   #Materiali da costruzione  

    Le classiche lesioni fisiologiche da ritiro causano un indebolimento per la verifica a taglio?

    A cura di Mauro Andreolli, TimberTech

    Pubblicato il 06/12/2019

    Va premesso che le lesioni da ritiro sono fisiologiche su tutte le facce dell'elemento, certamente da un punto di vista statico quelle sulla faccia inferiore sono meno significative. Le fessurazione sulle facce laterali in effetti causano una riduzione dell'area a taglio: l'eurocodice 5 attuale prevede a tal proposito (si veda il punto 6.1.7 della norma) un **coefficiente di riduzione kcr...

56 risultati (pagina 0 di 6)